Activision contro i cheater: CoD Warzone e Vanguard saranno protetti da Ricochet

Activision contro i cheater: CoD Warzone e Vanguard saranno protetti da Ricochet


Activision sta combattendo da anni una dura battaglia contro i cheater che infestano ogni capitolo della saga Call of Dutycontro i quali dimostra tolleranza zero – e sembra che ora sia pronta a sfoderare l’artiglieria pesante con un nuovo sistema Anti-Cheat che verrà integrato molto presto sia su Call of Duty: Vanguard che su Warzone.

Si tratta di Ricochet, un sistema di misure che includono sia l’integrazione di nuovissimi sistemi di identificazione dei cheat che saranno integrati lato server, ma anche un inedito driver a livello di kernel dedicato alla versione PC dei titoli, il quale eseguirà il monitoraggio locale in grado di coadiuvare le misure introdotte sui server di gioco.

Activision ha sottolineato che questo genere di protezione così avanzata sarà integrata solo su PC, ma andrà a beneficio anche degli utenti console in quanto dovrebbe garantire un’esperienza di gioco priva di cheater durante le sessioni cross-play. Le novità lato server verranno introdotte con il lancio di Vanguard – atteso per il 5 novembre, mentre su Warzone bisognerà aspettare l’arrivo del Pacific Update atteso entro la fine dell’anno. Discorso diametralmente opposto per il nuovo driver, il quale arriverà prima su Warzone (sempre con lo stesso aggiornamento), mentre verrà integrato su Vanguard successivamente, con tempistiche ancora non annunciate.

La componente driver di Ricochet è senza dubbio l’aspetto più critico del nuovo sistema Anti-Cheat e Activision ha voluto rispondere in anticipo ad alcuni dei dubbi che accompagnano l’integrazione di un elemento di questo tipo. Innanzitutto ha confermato che non sarà opzionale, quindi sarà necessario consentirne l’installazione per poter giocare a Warzone.

Una volta fatto ciò, il driver controllerà i software in grado di interagire e manipolare Warzone e fornirà informazioni su di essi al team di sicurezza del gioco. Activision sottolinea che il driver non resterà sempre attivo sul PC, ma si avvierà automaticamente al lancio di Warzone, in modo da tutelare la privacy dei giocatori e che la sua attività è strettamente limitata a tutto ciò che riguarda Warzone. Maggiori informazioni sono disponibili sulla pagina ufficiale che trovate in Fonte.



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *