AMD: Ryzen con 3D V-cache a inizio 2022, Zen4 arriverà nello stesso anno

AMD: Ryzen con 3D V-cache a inizio 2022,  Zen4 arriverà nello stesso anno


In occasione del quinto anniversario del brand Ryzen, AMD ha realizzato un video “celebrativo” che vede protagonisti due importanti figure aziendali, parliamo di Jonh Taylor e Robert Hallock. Rimarcando ulteriormente i traguardi ottenuti e maturati dall’architettura Zen sino a Zen 3 (vedi i Ryzen 5000), il produttore statunitense ha inoltre colto l’occasione per fornire nuovi dettagli su quella che sarà la roadmap processori consumer da qui al 2022 (più o meno), il tutto a breve distanza dal debutto sul mercato degli Intel Core 12a gen “Alder Lake-S”.

Andando in ordine cronologico, a inizio 2022 dovrebbero arrivare i primi processori AMD Ryzen con 3D V-Cache, soluzione già anticipata dall’azienda nei mesi scorsi che dovremmo ritrovare anche sulle controparti server EPYC Milan-X (ne abbiamo parlato QUI). Al momento non è chiaro se le CPU in questione verranno vendute come Ryzen 5000 X o Ryzen 6000, mentre con l’introduzione di 3D V-Cache assisteremo a un incremento prestazionale medio nell’ordine del 15%, il tutto mantenendo lo stesso socket (AM4).

A 2022 inoltrato – probabilmente nel terzo trimestre – arriverà la nuova piattaforma desktop con supporto DDR5 che, stando alle parole di Hallock, sarà retrocompatibile a livello di dissipatori con l’attuale AM4. Anche se non specificato, Hallock si riferisce chiaramente al prossimo socket AM5 e ai processori Zen4 che, tra l’altro, supporteranno anche l’interfaccia PCI-E 5.0 (a differenza di quanto ipotizzato in passato).

Per quanto riguarda i notebook, sempre a inizio 2022 arriveranno modelli caratterizzati da un’elevata efficienza energetica, aiutati da nuovi algoritmi sviluppati da AMD che permetteranno di utilizzare profili multipli della gestione di alimentazione; questa nuova funzionalità si chiamerà Power Management Framework e molto probabilmente sarà applicata ai notebook equipaggiati con processori AMD Ryzen Mobile di ultima generazione (ne abbiamo parlato QUI).



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *