Android 12, la beta è la più scaricata di sempre. E Gboard prepara i temi dinamici

Android 12, la beta è la più scaricata di sempre. E Gboard prepara i temi dinamici


Mercoledì è stato il momento della seconda beta di Android 12 a quasi un mese dal lancio della prima versione, lo scorso 18 maggio. Delle novità dell’ultima versione del robottino vi abbiamo parlato nel dettaglio nella nostra prova dedicata: in attesa della release stabile, però, è già il momento di festeggiare un record.

Secondo quanto riferito su Twitter da Dave Burke, VP Engineering di Android, la beta di Android 12 è già la più scaricata e installata di sempre nella storia del sistema operativo targato Google.

Da Mountain View non sono arrivate ulteriori precisazioni, e i numeri esatti restano un mistero: difficile, quindi, ipotizzare una stima della diffusione attuale di Android 12, anche se a quanto pare non solo è superiore a quella delle versioni precedenti, ma lo è pure di un buon margine.

Una delle novità più significative di questo salto generazionale è l’introduzione dell’inedito design “Material You”, che Google ha definito il cambiamento più importante a livello di interfaccia della storia del robottino. La nuova UI revisiona le linee guida della grammatica visiva di Android e mette al centro la personalizzazione e l’adattabilità.

A livello cromatico, i temi dinamici permettono al sistema operativo di adeguarsi allo sfondo impostato dall’utente: questa fluidità, per essere coerente all’interno di tutta l’esperienza, deve coinvolgere quanti più elementi possibile, e dunque non sorprende apprendere che la tastiera di Googe, Gboard, si sta preparando a supportare questa funzionalità.

All’interno del codice dell’ultima versione dell’app, ovvero la 10.7, sono riscontrabili infatti chiari segni del fatto che la funzione sia in cantiere e in dirittura di arrivo. Non solo: è già possibile vedere in anticipo il comportamento della tastiera una volta selezionato il tema “dinamico”.

Si noti come a partire dagli stessi colori il comportamento sia diverso se si sceglie un layout coi bordi dei tasti in evidenza, oppure invisibili. Nel primo caso infatti abbiamo una combinazione più classica, mentre nel secondo la barra spaziatrice curva e tono-su-tono fornisce un look più moderno e colorato alla tastiera. Non sappiamo, attualmente, quando Gboard integrerà un pieno supporto ai temi dinamici, ma immaginiamo che il rilascio di questa opzione vada di pari passo con quello di Android 12 stabile.





Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *