Apple metterà le mani sull’80% del mercato dei notebook ARM | Strategy Analytics

Apple metterà le mani sull’80% del mercato dei notebook ARM | Strategy Analytics


L’arrivo di Apple M1 ha riscritto gli equilibri del mercato dei computer basati su architettura ARM. L’azienda di Cupertino si è, di fatto, infilata in un vuoto di potere lasciato da Microsoft. La società di Redmond ha infatti avviato il progetto qualche anno fa ma, complici una serie di passi falsi, non è mai riuscita a far imporre Windows in questo particolare segmento. Ecco spiegati i risultati dell’analisi realizzata da Strategy Analytics, che vede la mela morsicata destinata a dominare il settore.

In particolare, si parla dell’80% del fatturato del mercato dei notebook ARM nelle mani di Apple entro la fine del 2021. Un’ipotesi che appare tutto sommato veritiera considerando lo scenario dei competitor. Il podio sarà in ogni caso occupato, oltre che dall’azienda di Cupertino, da Mediatek e Qualcomm, comunque molto distanti. Al di là della percezione italiana (e forse anche europea), si tratta di un segmento che, secondo Strategy Analytics, cuberà 949 milioni di dollari già al termine di quest’anno.

In termini di unità, le spedizioni di processori per notebook ARM raddoppieranno nel 2021, raggiungendo oltre il 10% delle spedizioni totali di processori per notebook. “Apple e MediaTek hanno colto la palla al balzo nel mercato dei processori per PC notebook basati su ARM. Apple metterà le mani sull’80% della quota di fatturato nel 2021, MediaTek, d’altra parte si posizionerà al secondo posto, grazie alla sua leadership nel mercato dei processori per PC Chromebook basati su ARM” ha dichiarato Sravan Kundojjala, Associate Directorof Handset Component Technologies Service di Strategy Analytics

Kundojjala ha proseguito: “Qualcomm, nonostante la sua stretta partnership con Microsoft sul sistema operativo Windows, non è riuscita finora a intaccare il mercato dei PC notebook ARM. Sta investendo pesantemente nel mercato dei computer con l’acquisizione di Nuvia e vedremo risultati solo nel 2023. A breve termine, Qualcomm può concentrarsi sui Chromebook per rosicchiare quote a MediaTek”.

Uno scenario abbastanza chiaro, ma che potrebbe ulteriormente modificarsi con l’evento Apple fissato per lunedì 18 ottobre. Salvo sorprese, l’azienda di Cupertino svelerà i nuovi MacBook Pro basati sul processore M1X, erede naturale dell’M1. Questi potrebbero fornire un’ulteriore spinta alla vendite, anche perché dovrebbero finalmente portare una ventata di novità in termini di design. Staremo a vedere.



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *