Criptovalute e fan token sulle maglie della Lazio: la rivoluzione del calcio continua

Criptovalute e fan token sulle maglie della Lazio: la rivoluzione del calcio continua


La squadra di calcio S.S. Lazio entra ufficialmente nel mondo delle criptovalute annunciando il nuovo main jersey sponsor Binance: il marchio della piattaforma di blockchain comparirà dunque sulle maglie del team guidato da Maurizio Sarri a partire dal match Lazio-Inter e per una durata complessiva di due anni, con opzione per il terzo, portando nelle casse della società più di 30 milioni di euro.

Il debutto del brand sulle casacche della Lazio coincide con il lancio della piattaforma Binance Fan Token e di LAZIO, fan token che sarà reso disponibile inizialmente tramite il Binance Launchpad (e successivamente attraverso mercato spot, acquisti con carta di credito e P2P) con cui si vuole coinvolgere maggiormente la tifoseria con premi, interattività e competizioni. 1 LAZIO equivale a 1 dollaro USA, il prezzo in BNB (Binance coin) sarà definito prima della sottoscrizione da parte dei fan.

Queste le parole di Claudio Lotito, Presidente della Lazio:

Siamo molto soddisfatti di questa nuova collaborazione internazionale, la partnership con Binance ci permetterà di estendere la nostra presenza digitale e connetterci con i tifosi e follower di tutto il mondo come mai prima d’ora.

Chi segue il calcio – dal vivo ma soprattutto in TV – avrà notato come il mondo delle criptovalute sia ormai entrato prepotentemente nel settore, oscurando di fatto altre tipologie di sponsorizzazione. Piattaforme, token e tutto quel che è crypto compaiono sui cartelloni allo stadio, sulle maglie delle squadre – non solo della Lazio – e nella pubblicità sotto il punteggio del match sui canali televisivi. Rappresentano una nuova fonte di guadagno per le squadre, che in questo anno e mezzo hanno dovuto per forza di cose rinunciare agli introiti da botteghino per la pandemia, e fungono da strumento per un maggior coinvolgimento della tifoseria, che così si sente più vicina ai giocatori e alle società.



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *