Disney+, avanti tutta in Asia e Oceania: annunciate 18 produzioni locali

Disney+, avanti tutta in Asia e Oceania: annunciate 18 produzioni locali


Disney Plus ha annunciato una massiccia operazione di diversificazione della propria offerta di contenuti per diventare più competitiva al di fuori degli Stati Uniti, specialmente in Asia e Oceania: nei prossimi anni saranno realizzate ben 18 produzioni originali, in lingue locali, sviluppate in territori come Cina, Giappone, Indonesia, Australia e Corea del Sud. Nel mix ci saranno film, serie TV e documentari, live action e animati; i generi spazieranno dal fantasy all’horror, dalla fantascienza alla commedia, dal romantico al drammatico.

E se 18 produzioni non sono abbastanza, Disney ci tiene a precisare che si tratta solo del primo passo: l’obiettivo è arrivare a dare il via libera allo sviluppo di almeno 50 contenuti entro la fine del 2023. È un indicatore molto chiaro dell’importanza dell’Asia nella cosiddetta “guerra dello streaming”: il continente è del resto estremamente popolato, e ospita alcune delle economie più ricche e potenti del mondo – Australia, Giappone, Asia, Cina, India. La potenza di Hollywood e dell’America in generale non si mette in dubbio, ma è anche vero che c’è richiesta di contenuti più localizzati, anche solo per avere l’occasione di osservare un modo di fare cinema diverso. Anche perché, come ha insegnato Netflix, lo streaming può arrivare a tutti e in contemporanea; e può portare al successo planetario anche produzioni locali che fino a ieri erano rimaste quasi invisibili (La Casa di Carta, The Fall), o che hanno accumulato rifiuti su rifiuti per quasi dieci anni (Squid Game), o che erano stati liquidati anticipatamente dai precedenti studios (Lucifer).

Per il momento la diffusione di Disney Plus in Asia e Oceania non è ancora completa. Il servizio è arrivato in Australia, Nuova Zelanda, Giappone, India, Singapore, Malesia, Indonesia e Thailandia. Il mese prossimo dovrebbe espandersi in Corea del Sud, Hong Kong e Taiwan. È importante osservare che la piattaforma, forte di franchise di primissimo ordine come Star Wars, Marvel, Fox e National Geographic, ha osservato una crescita vertiginosa che ha battuto di trimestre in trimestre le aspettative degli investitori: ad oggi è arrivata già a 116 milioni di abbonati.

Di seguito un elenco sintetico di tutte le produzioni in arrivo:

  • BLACKPINK (Corea): The Movie. Docufilm dedicato al famosissimo gruppo K-pop sudcoreano.
  • Moving (Corea): action thriller basato sull’omonimo webtoon che racconta la storia di tre adolescenti con superpoteri che li hanno nascosti ai loro genitori.
  • Rookies (Corea): serie romantica sul passaggio all’età adulta ambientata in una accademia di polizia d’elite.
  • Snowdrop (Corea): serie romantica melodrammatica su due giovani ragazzi che si innamorano e finiscono al centro di una ragnatela di intrighi.
  • Grid (Corea): serie drammatica su una misteriosa entità che, dopo aver salvato l’umanità in passato, riappare improvvisamente e aiuta un assassino. Un detective e un funzionario governativo lavorano per scoprire il mistero.
  • Sixth Sense Kiss (Corea): serie romantica/commedia su una donna che riesce a vedere il futuro attraverso un bacio, e scopre per errore il proprio e quello del suo boss.
  • Outrun by Running Man (Corea): spin-off di un varietà molto popolare in Corea
  • Tokyo Mer Mobile Emergency Room (Giappone): Film drammatico su due dottori con ideologie opposte.
  • Lost Man Found (Giappone): Film drammatico/commedia su un popolare attore di spalla che fatica a raggiungere la fama e incontrare l’amore della sua vita.
  • Gannibal (Giappone): film horror ambientato nel Giappone rurale contemporaneo.
  • Black Rock Shooter Downfall (Giappone): serie anime che reimmagina il famoso franchise.
  • Summer Time Rendering: serie anime basato su uno dei manga di maggior successo del momento.
  • Yojohan Time Machine Blues: serie animata tra mistero e commedia.
  • Twisted-Wonderland (Giappone): serie anime adattamento dell’omonimo gioco mobile di Disney stessa, molto popolare da quelle parti.
  • Susan Sinyal – The Series (Indonesia): serie comico/drammatica derivata dall’omonimo film di successo prodotto da Starvision.
  • Virgin – The Series (Indonesia): anche qui si tratta dello spin-off di un film di Starvision.
  • Wedding Arrangement – The Series (Indonesia): come sopra.
  • Keluarga Camera – The Series (Indonesia): un altro adattamento da un film omonimo di successo. Questo film risale al 1996.
  • Jurnal Risa (Indonesia): un gruppo di ragazzi prendono qualcosa da una casa abbandonata che porta guai molto grossi.
  • Teluh Darah (Indonesia): serie horror sulla magia nera.
  • Tira (Indonesia): serie di supereroi. Una ragazza ottiene dei superpoteri dopo essersi imbattuta in una forza antica.
  • Small & Mighty (Cina): dramma /commedia legale.
  • Delicacies Destiny (Cina): film drammatico in costume i cui ingredienti principali sono cibo e romanticismo.
  • Women in Taipei (Cina): Spin-off della serie Women in Tokyo.
  • Joy of Life 2 (Cina): Sequel di una delle serie più popolari in Cina. Un uomo del 21° secolo rinasce in un mondo medievale.
  • Min’s Family: racconta la storia delle difficoltà e sulle sfide di divorziare e risposarsi in varie fasi della vita.
  • Ejen Ali Season 3 (Malesia): terza stagione per una serie animata molto famosa in Asia.
  • Shipwreck Hunters Australia (Australia e Nuova Zelanda): il primo documentario prodotto da Disney realizzato nel continente oceanico. Si stima che nei fondi delle acque dell’Australia occidentale ci siano almeno 1.600 navi naufragate.



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *