EA hackerata: rubati 780 GB di dati, tra cui sorgente di FIFA 21 e Frostbite Engine

EA hackerata: rubati 780 GB di dati, tra cui sorgente di FIFA 21 e Frostbite Engine


Come è successo qualche mese fa a CD Projekt Red, anche Electronic Arts ha subìto un furto di dati a causa di un attacco hacker. La notizia è stata diffusa ieri da Motherboard, ed è poi stata confermata da EA stessa: la posizione ufficiale è che “Un quantitativo limitato di codice sorgente dei giochi e relativi tool [di sviluppo] sono stati rubati”.

Gizmodo ha detto di aver già visto l’archivio di dati in vendita sul Dark Web: pesa 780 GB, e include tra gli altri il codice sorgente completo di FIFA 21e di FrostBite, il motore grafico 3D alla base di decine di giochi della società (tutti i Battlefield, ME Andromeda, FIFA dal 17 in poi, diversi Need for Speed, Star Wars e Medal of Honor). Motherboard dice che tra i vari SDK e tool c’è anche il codice sorgente dei server per il matchmaking: gli hacker dicono che il set di dati garantirà al proprietario “Completa capacità di creazione di exploit per tutti i servizi EA”.

EA ha detto che sta indagando sull’incidente, ma per ora i dettagli dell’attacco sono pochi. Pare facilmente escludibile l’ipotesi ransomware come era successo a CD Projekt: questo tipo di malware blocca il funzionamento dei computer infettati criptandone l’hard disk e richiedendo un riscatto per la password di decriptazione. Impossibile non accorgersene, insomma.

La società ritiene che gli hacker non siano riusciti a impossessarsi dei dati personali dei giocatori, e che quindi la loro privacy non sia compromessa. EA dice di aver già implementato miglioramenti alla sicurezza dei suoi sistemi informatici e ritiene che l’evento non dovrebbe avere un grosso impatto sui giochi o su altri aspetti delle attività aziendali.



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *