Marte pianeta multicolore, altro che rosso: l’immagine spettacolare del cratere Kaiser

Marte pianeta multicolore, altro che rosso: l’immagine spettacolare del cratere Kaiser


Chi ha detto che Marte è il pianeta rosso? Sì, effettivamente la definizione è corretta, visto che il suo colore – diciamo così – prevalente è proprio il rosso, dato dalle rocce che ricoprono la sua superficie (e grazie a Perseverance ne abbiamo testimonianza). Ma forse sarebbe meglio chiamarlo “pianeta multicolore”, o “pianeta arcobaleno”, perché le immagini che regolarmente ci regala la sonda Mars Reconnaissance Orbiter in orbita attorno al pianeta ci fanno subito cambiare idea, lasciandoci decisamente a bocca aperta per la bellezza delle tinte catturate dalla fotocamera HiRISE.







Curiosit
21 Set


La foto che vedete qui sopra riprende il cratere Kaiser di Marte, e in particolare le enormi dune di sabbia che si formano sulle pareti. Alla fine dell’inverno (marziano), i raggi solari illuminano e riscaldano i canaloni esposti a ovest facendo sublimare l’anidride carbonica (che passa così dallo stato solido a quello gassoso), restituendo questo meraviglioso gioco di luci e colori che ha dell’irreale. Il cratere si trova a Noachis Terra, zona ricchissima di crateri da impatto, ed è uno dei soggetti preferiti dalla fotocamera HiRISE che dal 2006 è in orbita attorno al pianeta rosso multicolore a bordo della sonda MRO.

Sul sito ufficiale (link in FONTE) sono disponibili decine di immagini marziane scattate dalla fotocamera. Dare un’occhiata vale decisamente la pena. La foto del giorno, ad esempio, è straordinaria: riprende una fessura del terreno a Gordii Fossae, regione vulcanica nei pressi di Olympus Mons. L’avvallamento ha decisamente una forma bizzarra, e con un po’ di fantasia ricorda… un geco! É, questa, un’area ricca di fessure, che si formano quando le faglie sotterranee raggiungono la prossimità della superficie, facendo collassare il materiale che crea così questi avvallamenti allungati.



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *