Panasonic presenta la Lumix GH5 II, e presto arriverà anche la GH6

Panasonic presenta la Lumix GH5 II, e presto arriverà anche la GH6


Tempo di novità per Panasonic che aggiorna quest’oggi la roadmap a breve termine per la celebre serie Lumix G (QUI il nostro approfondimento sulla G100) a cui si aggiungono due membri, la GH5 II e la GH6. La prima è già realtà ed è stata svelata completamente, per la seconda è stato invece condiviso soltanto qualche dettaglio tecnico e il lancio rimandato di qualche mese.

L’obiettivo di questa doppia proposizione è di fornire degli strumenti più per amatori e professionisti, con un occhio di riguardo per i cosiddetti creator che hanno necessità di connessione diretta con le piattaforme streaming. Naturalmente stiamo parlando di Micro Quattro Terzi, in arrivo anche un nuovo obiettivo che espande ulteriormente l’offerta per questa grande famiglia: Leica DG 25-50mm F1.7 che si andrà ad accostare alla Leica DG 10-25 mm F1.7 già presente sul mercato.

LUMIX GH5 MARK II


Si tratta come s’intuisce dal nome di un refresh in piena regola, nessuno stravolgimento per la GH5 II ma qualche novità che rende la mirrorless più al passo con i tempi, comunque familiare per tutti coloro che l’hanno utilizzata in questi anni. Penso ad esempio alla connettività più completa: la GH5 II è infatti in grado di collegarsi direttamente, in wireless, con le piattaforme di streaming (Facebook Live e YouTube al momento) e garantire video di alta qualità fino al FHD a 60fps. Due le opzioni: la prima prevede lo smartphone (connesso tramite Lumix Sync, che presto si aggiornerà con tutte le nuove funzionalità) e la sua rete mobile, la seconda sfrutta invece la rete WiFi esistente senza alcun passaggio intermedio.

Panasonic ha migliorato anche il sensore d’immagine, stiamo sempre parlando di un MOS Digital Live da 20.3MP capace di registrare in 4K60p 10bit in 4-2-0 e V-Log L senza alcun limite di tempo. La promessa di video fluidi arriva grazie ad un algoritmo più efficace per autofocus (sempre con tecnologia DFD) e stabilizzazione, lo stesso che è stato sviluppato di recente per l’ammiraglia S1H (recensione) e verrà esteso presto anche ad altri componenti della famiglia.

Dal punto di vista estetico cambia poco o nulla.

Interessante la funzione Frame Maker che permette la composizione nei vari rapporti d’aspetto 16-9, 4-3, 1-1, 4-5, 5-4 e 9-16, è gestibile direttamente dal display touchscreen, il solito LCD orientabile da 3 pollici in 3-2 da 1.8 milioni di punti che Panasonic definisce più luminoso e visibile del precedente.

La batteria è da 2.200mAh ed è possibile ricaricarla tramite USB-C, compatibile con lo standard PD (Power Delivery) e quindi tutte le powerbank che lo supportano. La Lumix GH5 II sarà in vendita da fine giugno anche in Italia a partire da 1.699€ per il solo corpo, 1.899€ se si associa un 12-60 Lumix, si sale poi a 2.299€ con l’ottica Leica da 12-60mm.


LUMIX GH6

C’è tempo per buttare un occhio ancora più in là con la Lumix GH6, la prima che integrerà un nuovo sensore Micro Quattro Terzi e processore d’immagine per rispondere anche alle esigenze dei professionisti. Il focus rimarrà sui video con capacità di registrare anche in 4-2-2 a 10bit DCI 4K/60p (senza limiti di tempo), attenzione per lo slow motion in HFR (High Frame Rate) e VFR (Variable Frame Rate) in 4K a 120p 10bit.

Non sono stati condivisi molti altri dettagli sul progetto, sappiamo tuttavia che arriverà a fianco di un obiettivo Leica DG 25-50mm F1.7 equivalente ad un 50-100mm su una fotocamera da 35 mm. Le anticipazioni si fermano qua, ma non dovremo attendere troppo per vederla dal vivo visto che si parla di fine anno per la presentazione.



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *