Recensione LG CordZero A9 Kompressor: ergonomia, potenza, versatilità

Recensione LG CordZero A9 Kompressor: ergonomia, potenza, versatilità


Le scope elettriche, o meglio gli aspirapolvere senza filo, sono ormai tantissime e diciamocelo, si assomigliano un po’ tutte. Sono composte da un motore, da un serbatoio, una docking station e tutta una serie di accessori che consentono di pulire pavimenti, tappezzeria e in generale tutti gli angoli di casa e perché no, anche l’auto grazie al fatto di non avere alcun cavo da collegare.

Cosa si può fare dunque per migliorare la versatilità di un elettrodomestico che si è stato in grado di rivoluzionare il settore delle pulizie domestiche ma su cui i margini di sviluppo sono in realtà abbastanza ridotti?

LG deve aver pensato proprio a questo quando ha deciso di progettare la CordZero A9 Kompressor, un aspirapolvere che sì, a una prima occhiata assomiglia a tantissimi altri della sua categoria, ma che ha tutta una serie di caratteristiche che lo rendono, di fatto, unico nel suo segmento.

L’LG CordZero A9 Kompressor è disponibile in quattro versioni. Si parte dalla più semplice a partire da 699 euro, mentre noi abbiamo provato la più completa, con l’accessorio lavapavimenti che viene proposta con un prezzo di 899 euro.

DESIGN: LA RIVOLUZIONE PASSA DALLA TRADIZIONE


L’LG CordZero A9 Kompressor a una prima occhiata ricorda altre proposte, come la Xiaomi Vacuum Cleaner G10 (che abbiamo provato qualche settimana fa), o la Tineco Pure One S12 (arrivata da poco ma già disponibile su Amazon). Sorprende soprattutto la compattezza della confezione in cui arriva, nonostante all’interno ci siano ben quattro spazzole motorizzate, tra cui la Power Drive Mop per lavare i pavimenti, quattro beccucci che permettono di aspirare qualsiasi tipo di superfici, una docking station e ben due batterie.

La docking station può essere usata in tre modi diversi: installandola a parete grazie alle viti fornite in confezione, montando il supporto da pavimento, o semplicemente usando l’unità di ricarica appoggiata su un mobile o a terra. Peraltro, è una delle poche che consente la ricarica simultanea delle due batterie fornite.


Una dotazione che non ha nulla da invidiare ad altri top del mercato, compreso il nuovo Dyson V15 Detect provato di recente. Mentre lo si monta ci si stupisce in effetti di quanto sia bassa la stazione di ricarica da pavimento, ma si capisce subito il perché. Il tubo che consente di collegare il motore a una delle spazzole è telescopico e può essere regolato su quattro posizioni diverse. Incredibile che non ci abbia ancora pensato nessuno in quanto risolve in maniera semplice due problemi: quello dell’ingombro, il più ovvio, e quello dell’ergonomia.

Dopotutto siamo tutti diversi e poter regolare l’altezza in modo che usare l’aspirapolvere sia altrettanto comodo per chi è alto 1,6 metri o per chi svetta verso i 2 metri è un’aggiunta non da poco. Ma c’è di più. L’accensione avviene non tramite il classico grilletto, ma attraverso un pulsante raggiungibile con il pollice posto proprio dove lo si vorrebbe. Subito sopra altri due pulsanti consentono di regolare la potenza di aspirazione su tre livelli, più una modalità turbo accessibile tenendo premuto il pulsante “+” per 3 secondi.

PERCHE KOMPRESSOR?


Uno dei limiti degli aspirapolvere senza filo è la limitata capacità del serbatoio per la raccolta dello sporco. Soprattutto chi ha animali in casa e deve usarlo spesso, si ritrova a doverlo svuotare più volte anche nel corso di un ciclo di pulizia. Anche in questo caso la soluzione inserita da LG è tanto semplice quanto efficace. Una leva posta all’esterno del serbatoio consente di comprimere lo sporco voluminoso (polvere, ma soprattutto peli di animali e capelli). In questo modo si sfrutta appieno la capacità di 0,44 litri e si può pulire più a lungo senza doversi fermare. Nell’uso reale si ha dunque maggiore capienza di quella nominale e ciò permette di ridurre sia gli ingombri che il peso del dispositivo.


Le due batterie offrono un’autonomia massima dichiarata di circa 60 minuti, per un totale di 160 minuti. Durante le nostre prove abbiamo avuto modo di constatare che in modalità minima si arriva tranquillamente a circa 50 minuti, che scendono a circa mezz’ora se si usa la modalità media e una delle spazzole motorizzate, mentre si scende a poco più di 10 minuti con la modalità Turbo. Valori in linea con la maggior parte dei concorrenti.

SMART, MA PER DAVVERO


Conosciamo ormai bene la piattaforma ThinQ dell’azienda sudcoreana, denominazione che contraddistingue tutti quei dispositivi intelligenti e dunque connessi. Anche la CordZero A9 Kompressor può essere gestita tramite l’applicazione, che consente di monitorare in tempo reale non solo l’autonomia residua, ma anche diverse statistiche sull’utilizzo, quale tempo medio e modalità usate, oltre che fornire informazioni sulla vita residua dei filtri.

Un aspetto utile che consente così di effettuare la manutenzione nei tempi previsti, potendo sfruttare sempre appieno la potenza offerta dal motore Smart Inverter, su cui LG crede così tanto da offrire una garanzia di ben 10 anni sul funzionamento. C’è però da considerare che la connettività Wi-Fi tende a far scaricare l’aspirapolvere anche quando non in uso, se non riposto sulla base di ricarica.


Il sistema di filtrazione è facilmente removibile e può essere pulito semplicemente lavandolo. È composto da cinque livelli di cui fanno parte il prefiltro in tessuto, il filtro in metallo e quello per le polveri sottili, in grado di bloccare fino al 99,99% delle particelle più piccole.

COME SI COMPORTA NELLUSO DI TUTTI I GIORNI?


Analizzati gli aspetti principali e le novità che contraddistinguono questo LG CordZero A9 Kompressor rispetto ai maggiori rivali, vediamo come va nell’uso quotidiano. Il motore Smart Inverter fornisce fino a 200 Watt di potenza che consentono di aspirare in pochi passaggi lo sporco che si accumula giorno dopo giorno, sia su pavimenti duri come cotto e parquet, sia su tappeti e moquette. Durante le nostre prove non abbiamo mai notato incertezze di alcun tipo e anche con residui piuttosto grandi l’LG non teme confronti.

Le due spazzole per pavimenti sono dotate rispettivamente di un rullo con setole rigide e di un rullo con setole più morbide, più adatto a superfici delicate. Abbiamo sentito la mancanza di una modalità automatica in grado di adattare la potenza di aspirazione a seconda del contesto. Regolare la potenza tramite il pollice è sì comodo, ma affidarsi a un algoritmo in grado di gestire questo aspetto in maniera autonoma lo sarebbe ancora di più.


Oltre ai quattro beccucci e alla spazzola per tappezzeria e materassi, utilissima nel cambio stagione, abbiamo apprezzato anche la spazzola Power Drive Mop. Al contrario di quanto visto finora, LG propone una soluzione attiva con due rulli circolari controrotanti su cui vanno installati due panni circolari. C’è poi un serbatoio da 240 millilitri con un tasto che consente di scegliere due livelli di intensità del flusso d’acqua. Questo abbinamento consente di aspirare e di lavare il pavimento contemporaneamente e non teme superfici piuttosto grandi. Nella confezione vengono forniti quattro panni.

CONCLUSIONI


Rinnovare un aspirapolvere senza fili non è di certo un compito semplice ma LG ha davvero fatto il possibile. La CordZero A9 Kompressor offre tanta potenza, peraltro garantendo un livello di rumore piuttosto basso, grande autonomia e punta tutto sul comparto smart e sull’ergonomia. Ci sono poi tanti altri dettagli di cui parlare, come l’inserto in tessuto sulla spazzola per pavimenti duri che consente di non lasciare segni su mobili e battiscopa durante le normali operazioni di pulizia, o l’indicatore LED dell’autonomia residua posto sul manico.

Definirla una semplice scopa elettrica è quasi riduttivo, in quanto la CordZero A9 Kompressor rappresenta una soluzione ideale non solo per le normali operazioni di pulizia, ma anche per chi ha animali in casa e per chi cerca una lavapavimenti.

Per avere tutto questo bisogna però pagare un prezzo elevato: 899 euro sono tanti e a questo punto valutare altre alternative che possano soddisfare le proprie esigenze non è un compito arduo, in quanto il mercato si è evoluto molto negli ultimi mesi, e le alternative di certo non mancano. Difficile però trovare un pacchetto completo che offra la stessa qualità, potenza e funzioni di questa CordZero A9 Kompressor.



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *