Sharp e VOXX acquisiscono la divisione Home Audio/Video di Onkyo

Sharp e VOXX acquisiscono la divisione Home Audio/Video di Onkyo


Il consiglio di amministrazione di Onkyo ha approvato il trasferimento della divisione Home Audio/Video (A/V) di Onkyo Home Entertainment Company a VOXX International Corporation e Sharp Corporation. La lettera d’intenti siglata di recente si è dunque tramutata in una acquisizione vera e propria: a gestire i prodotti Onkyo e Pioneer sarà una nuova compagnia nata da una joint venture tra VOXX e Sharp, che hanno messo sul piatto circa 3,3 miliardi di yen, l’equivalente di 24,7 milioni di euro.

Fonti interne ad Onkyo hanno commentato l’accordo specificando che l’offerta è stata ritenuta congrua e che la somma verrà utilizzata per ripagare i debiti accumulati, anche se non si potrà estinguerli completamente. Onkyo ha anche specificato che nell’attuale situazione non è più possibile portare avanti l’attività in proprio e che questo trasferimento è l’unica via percorribile al momento.

L’acquisizione della divisione Home A/V di Onkyo da parte di VOXX e Sharp non nasce per caso: entrambe le compagnie hanno da tempo rapporti piuttosto stretti con Onkyo. Nel luglio del 2020 VOXX ha sfruttato la sussidiaria 11 Trading Company per gestire la distribuzione esclusiva dei prodotti Onkyo, Pioneer, Pioneer Elite e Integra (cioè tutti i marchi che fanno parte di Onkyo Home A/V) in Nord America. Sharp si occupa invece da anni di produrre i prodotti a marchio Onkyo presso il proprio impianto in Malesia. Non è pertanto difficile capire quali motivazioni abbiano spinto ad intavolare una trattativa per l’acquisizione dell’intera divisione A/V.

Ricordiamo che il recente passato di Onkyo è stato piuttosto movimentato. Le fasi iniziali per il processo di acquisizione di Pioneer Home Entertainment risalgono al settembre del 2014 e si sono completate poi nel marzo del 2015. Nel 2019 Onkyo sembrava destinata ad entrare nella sempre più folta galassia di Sound United, una compagnia che nel corso degli ultimi anni ha assorbito molti marchi importanti come Denon e Marantz. L’operazione era però sfumata ad ottobre dello stesso anno e da allora si sono succedute varie voci su possibili ristrutturazioni interne o accordi con terzi.

Pat Lavelle, President e CEO di VOXX International Corporation, ha dichiarato:

Negli ultimi due anni abbiamo lavorato bene con il team di Onkyo, ampliando i nostri rapporti e, cosa più importante, soddisfacendo le richieste dei nostri clienti. Speriamo di poter raggiungere un accordo a breve perché loro posseggono marchi di forte richiamo e tramite il nostro Premium Audio Group, guidato dalla squadra che gestisce Klipsch, disponiamo di una distribuzione capillare e di un’infrastruttura globale per supportare la nostra crescita.

Il Premium Audio Group (PAC) citato da Lavelle è stato creato in tempi recenti e comprende due sussidiarie: la prima è la già citata 11 Trading Company, che si occupa dei marchi Onkyo, Pioneer, Pioneer Elite, Integra, Magnat e Heco; la seconda è il Klipsch Group, che comprende Klipsch, Jamo, Energy e ProMedia. La divisione Home Audio/Video di Onkyo entrerà dunque all’interno di una struttura in crescita che dispone di tutti i mezzi per poter valorizzare gli storici marchi.

NOTA: articolo aggiornato il 27 maggio con la modifica della data di Roma.



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *