Sony venderà direttamente PS5 in Europa. Intanto Uncharted 4 arriverà su PC

Sony venderà direttamente PS5 in Europa. Intanto Uncharted 4 arriverà su PC


Sony ha recentemente pubblicato un nuovo documento destinato agli investitori che illustra quali saranno i principali motori di crescita della divisione PlayStation nei prossimi anni.

Il lancio di PlayStation 5, infatti, è avvenuto durante una fase di profonda trasformazione per la casa giapponese, che ha cominciato ad espandere la propria presenza anche al di fuori del mondo console e sembra che questo trend sia destinato a continuare. Pare infatti che Sony sia particolarmente soddisfatta dei risultati ottenuti dalle versioni PC di alcune delle sue più celebri esclusive (l’ultima a fare questo passaggio è stata Days Gone) e una delle slide della presentazione conferma che la prossima sarà niente meno che Uncharted 4: A Thief’s End, vero e proprio pezzo da 90 del catalogo PS4.

Considerando che il documento si riferisce agli avvenimenti significativi di questo anno fiscale, possiamo ipotizzare che il debutto di Nathan Drake su PC non sia poi così lontano, anche se a questo punto ci aspettiamo anche una conversione della trilogia originale.


VENDITA DIRETTA DI PLAYSTATION 5

Un altro aspetto interessante del documento riguarda proprio PlayStation 5, più in particolare la conferma dell’apertura di un canale di vendita diretto da parte di Sony anche in Europa. L’azienda ha infatti annunciato che PlayStation Direct – il suo store online dedicato al brand PlayStation – si occuperà di distribuire PlayStation 5 in Europa a partire da alcuni mercati chiave che includono UK, Francia, Germania, Irlanda, Belgio, Olanda e Lussemburgo.


Questo significa che Sony potrà controllare un’importante fetta della distribuzione e ci aspettiamo che il suo canale ufficiale sia in grado di contrastare in maniera efficace il fenomeno del bagarinaggio. Oltre a ciò, le slide sembrano confermare che almeno una delle due versioni di PlayStation 5 si sta avvicinando al raggiungimento del break even, ovvero il momento in cui i costi di produzione dell’unità sono pari al ricavo generato dalla stessa.

Il modello in questione è quello dotato di lettore ottico, venduto al prezzo di listino di 499 euro (in Italia) e che si prepara a raggiungere il break even nel corso del mese di giugno. Successivamente la riduzione dei costi di produzione dovrebbe permettere di cominciare a generare un profitto per Sony. I tempi saranno più lunghi per la versione digitale, che presenta un prezzo di listino inferiore di 100 euro (399 euro), ma ovviamente questo non è giustificato dalla sola rimozione del lettore, in quanto è chiaro che Sony abbia deciso di venderla ancor più in perdita per incentivarne l’acquisto.



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *