Stati Uniti contro le aziende cinesi: Biden estende il ban, Huawei resta in lista nera

Stati Uniti contro le aziende cinesi: Biden estende il ban, Huawei resta in lista nera


Il Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha firmato nelle scorse ore un nuovo ordine esecutivo che estende il ban nei confronti delle aziende cinesi. Nessun cambio di rotta rispetto alla linea dell’ex Presidente Trump: le grandi aziende cinesi restano nel mirino degli Stati Uniti per il sospetto che possano avere legami con l’esercito cinese e la lista nera (entity list) si amplia comprendendo ora 59 soggetti (erano 48 in precedenza).

Il nuovo ordine esecutivo ha anche in parte riscritto il precedente per includere anche le aziende che creano e forniscono tecnologia per svolgere attività di sorveglianza – ad esempio quella usata per monitorare le attività delle minoranze religiose e dei dissidenti. Vale la pena ricordare che il provvedimento di cui si discute impedisce ai cittadini e alle aziende statunitensi di effettuare investimenti nelle aziende cinesi inserite nella lista – in relazione ai nuovi soggetti inseriti nell’elenco il divieto scatta dal 2 agosto.

Tra i grandi colossi dell’industria cinese compresi nella lista nera continua a figurare Huawei che ha duramente risentito degli effetti del precedente divieto e che continua a percorrere una strada in salita per portare avanti la sua attività nei mercati internazionali. Del resto i primi segnali dati da Biden poco dopo l’insediamento avevano già lasciato intendere che ci sarebbe stata una linea di continuità con la precedente amministrazione.

Il nuovo ordine esecutivo individua nel Dipartimento del Tesoro il soggetto incaricato della gestione della entity list – questo compito era stato affidato al Dipartimento della Difesa dall’amministrazione Trump – e in prospettiva futura è destinato a comprendere un numero ancora maggiore di aziende cinesi. Un portavoce della Casa Bianca ha dichiarato: prevediamo che nei prossimi mesi estenderemo ad altre aziende le restrizioni disposte dal nuovo ordine esecutivo.



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *