Taito svela la nostalgia in miniatura: ecco Egret 2 Mini, un piccolo cabinato arcade

Taito svela la nostalgia in miniatura: ecco Egret 2 Mini, un piccolo cabinato arcade


I videogiochi sono un medium particolare, in continuo dialogo col futuro, ma anche col passato: e anzi, per paradosso, è proprio il passato che accelerano, più di quello che ancora verrà. Per ragioni commerciali, ovvio: la nostalgia è un motore fortissimo, e quindi bisogna forzare un po’ la mano, con remake di titoli di soli 5 o 10 anni fa, e poi remastered dei remake, e così via, layer dopo layer, lacrima su lacrima.

Una delle forme concrete (intese nel senso plastico del termine) della nostalgia videoludica è sicuramente il cabinato: un oggetto che in Giappone, almeno prima della pandemia, apparteneva ancora all’orizzonte del quotidiano, ma che nel resto del mondo invece è scomparsa gradualmente, e sopravvive solo come sagoma trascorsa, nei ricordi.

Se ieri abbiamo visto il tentativo assurdo di Atari (o meglio, di chi oggi possiede quel marchio) di vendere un misto tra una console e un media-center e un mini PC al prezzo di una Xbox Series S, oggi invece è il turno di un’operazione nostalgia molto più canonica e centrata (anche se, pure questa, non proprio economica): stiamo parlando dell’Egret II Mini di Taito, un altro nome che solo a nominarlo ci crescono le spalline anni ’80-90 sotto la t-shirt.

Sì, è proprio quel che sembra: un cabinato in miniatura che riprende fedelmente le sembianze dell’Egret II originale, commercializzato negli anni ’90, compresa la capacità dello schermo di ruotare: in questo caso però stiamo parlando di un display LCD da 5 pollici.


Una console piccola, quindi, ma comunque abbastanza grande da poter essere effettivamente utilizzata per giocare ai 40 giochi classici integrati: trovate l’elenco completo di quelli confermati a fine articolo. A livello di connettività, Egret II Mini si difende bene con una porta USB-C, due porte USB-A, uno slot per le SD, un jack da 3,5 mm per le cuffie e soprattutto una presa HDMI in modo da poterlo connettere ad una TV o un monitor esterno.

Taito, inoltre, venderà anche tre controller opzionali, anche questi con un design che sprizza nostalgia da tutti i bottoni, specie quello che include come metodi di controllo un potenziometro e una trackball.


I prezzi, come anticipato, non sono popolarissimi, ma neanche folli. Egret II Mini infatti verrà lanciato in Giappone il 2 marzo 2022 (esatto: è stato annunciato con 9 mesi di anticipo): il cabinato costerà l’equivalente di 140 euro, mentre i controller costeranno all’incirca il corrispettivo di 90 (per quello con la trackball), 65 (per l’arcade stick), e 24 euro (per il pad più tradizionale). Inoltre, sarà possibile anche optare per un bundle che comprende tutto quanto, e include anche alcuni extra come dei CD con le soundtrack dei giochi per la modica cifra di 32.978 yen, ovvero 246 euro. Ovviamente, allo stato attuale delle cose non sappiamo se il prodotto uscirà mai dal mercato giapponese, e avremo quindi la possibilità di vederlo anche dalle nostre parti.

TAITO EGRET II MINI: I GIOCHI GI ANNUNCIATI

  • Space Invaders
  • Lunar Rescue
  • Qix
  • Elevator Action
  • Chack’n Pop
  • Bubble Bobble
  • Rastan Saga
  • Rainbow Islands Extra
  • New Zealand Story
  • Don Doko Don
  • Violence Fight
  • Cadash
  • Liquid Kids
  • Metal Black
  • Kaiser Knuckle
  • Strike Bowling
  • Arkanoid
  • Plump Pop
  • Syvalion
  • Cameltry
  • Arkanoid Returns



Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *