Twitter vuole fare (più) soldi con la pubblicità: annunci nelle conversazioni

Twitter vuole fare (più) soldi con la pubblicità: annunci nelle conversazioni


Twitter prova a percorrere nuove strade per generare entrate sfruttando la sua vasta base di utenti. Il feed di Twitter contiene già ora numerosi annunci pubblicitari (i post “sponsorizzati”, che invadono il feed), ma l’azienda di Jack Dorsey vuole evidentemente rendere ancora più redditizia questa attività e sta valutando un riposizionamento di tali annunci. Ne dà notizia Bruce Falck, revenue product lead di Twitter: il dirigente ha confermato che sono stati attivati dei test per inserire la pubblicità nelle conversazioni generate da un determinato tweet.

L’ads si potrà trovare dopo la prima, la terza o l’ottava risposta al tweet. Questi test non sono limitati ad una specifica area geografica, ma estesi a livello mondiale, e riguardano sia l’app di Twitter per Android, sia quella per iOS. Una GIF animata condivisa da Falck mostra l’annuncio posizionato dopo la prima risposta al tweet.

Non c’è modo per accedere al test – né per esserne esclusi. Verosimilmente Twitter sonderà l’opinione del pubblico dopo questa nuova gestione degli spazi pubblicitari e deciderà se metterla a regime, o abbandonarla del tutto. Sarà importante stabilire, in particolar modo, quanti utenti saranno disposti a seguire una conversazione – più o meno articolata – legata ad un tweet convivendo con messaggi che poco o nulla hanno a che fare con il tema principale. Rispetto al modello sin qui seguito, lato utente finale la soluzione potrebbe risultare più invasiva, ma per valutazioni più accurate bisognerà attendere la conclusione dei test.





Via: HDBlog

ilportaledelnerd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *