Public Money, Public Code: la regione tedesca Schleswig-Holstein migrerà 30k postazioni da Microsoft Windows a Linux. È la volta buona?

1 month ago 87

La Document Foundation, l’organizzazione che sta dietro allo sviluppo ed alla promozione di LibreOffice, ha recentemente pubblicato un Blog post piuttosto sorprendente, nel quale viene spiegato come la regione tedesca di Schleswig-Holstein ha avviato un progetto per la migrazione dei trentamila computer utilizzati dai propri dipendenti da Microsoft Windows a Linux, ed ovviamente dalla suite Microsoft Office a quella di LibreOffice.

Il progetto è qualcosa di più di un’idea, tanto da essere citato nel sito ufficiale della regione:

Independent, sustainable, secure: Schleswig-Holstein will be a digital pioneer region and the first German state to introduce a digitally sovereign IT workplace in its state administration. With a cabinet decision to introduce the open-source software LibreOffice as the standard office solution across the board, the government has given the go-ahead for the first step towards complete digital sovereignty in the state, with further steps to follow.

Indipendente, sostenibile, sicuro: lo Schleswig-Holstein sarà una regione pioniera del digitale e il primo Land tedesco a introdurre un posto di lavoro IT digitalmente sovrano nella sua amministrazione statale. Con la decisione del governo di introdurre il software open source LibreOffice come soluzione standard per l’ufficio a tutti i livelli, il governo ha dato il via libera al primo passo verso la completa sovranità digitale nello stato, con ulteriori passi da seguire.

Al centro di tutto quindi, la digital sovereignty, quella sovranità digitale tanto voluta da tutti, ma che inevitabilmente va a scontrarsi con le burocrazie e gli accordi alto locati.

Le idee però paiono essere chiare:

We have no influence on the operating processes of such [proprietary] solutions and the handling of data, including a possible outflow of data to third countries. As a state, we have a great responsibility towards our citizens and companies to ensure that their data is kept safe with us and we must ensure that we are always in control of the IT solutions we use and that we can act independently as a state.

Non abbiamo alcuna influenza sui processi operativi di tali soluzioni [proprietarie] e sulla gestione dei dati, incluso un possibile deflusso di dati verso paesi terzi. Come Stato, abbiamo una grande responsabilità nei confronti dei nostri cittadini e delle nostre aziende nel garantire che i loro dati siano tenuti al sicuro presso di noi e dobbiamo garantire di avere sempre il controllo delle soluzioni IT che utilizziamo e di poter agire in modo indipendente come Stato.

Prima però di andare a stappare le bottiglie di champagne conviene ricordare un paio di aspetti. Il primo è come non sia la prima volta che parliamo di questo progetto. Infatti nell’ormai lontano 2021 raccontavamo di come la regione Schleswig-Holstein fosse già pronta per la migrazione, e proprio quell’articolo porta al secondo aspetto da tenere presente: ci sono già stati clamorosi dietrofront proprio in Germania, precisamente per la città di Monaco di Baviera (ma anche per la Bassa Sassonia), che era stata pioniera in questo genere di migrazioni, così come anche nell’invertire la rotta, tornando sui propri passi, cioè a Microsoft Windows.

Cosa porta a pensare che questa sia la volta buona?

In realtà, al momento, poco o nulla. I tempi burocratici sono come si sa lunghissimi, quindi potrebbe essere che effettivamente un’operazione tanto imponente richieda tutto questo tempo, ma tre anni sono parecchi per agire…

Ma qualcosa di positivo certamente c’è. Infatti la consapevolezza dell’opinione pubblica è certamente aumentata e la campagna che noi ormai da tantissimo teniamo nella nostra homepage, ossia Public Money, Public Code, non è più certamente una sconosciuta.

Magari siamo davvero ad una svolta. Nel dubbio vale la pena riportare l’immagine ancora una volta:

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Read Entire Article