Google, accordo con Thales per facilitare l'introduzione delle eSim su Android

1 month ago 51

Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Entro il 2025, la tecnologia eSIM sarà integrata in oltre 3,4 miliardi di dispositivi, tra cui smartphone, tablet, laptop e smartwatch, e il 98% degli operatori di telefonia mobile offrirà il servizio eSIM.

Questi dati, secondo un rapporto di GSMA Intelligence, evidenziano un forte interesse e una domanda crescente per la "SIM virtuale" che offre molti vantaggi rispetto alle SIM fisiche, tra cui la facilità di trasferimento tra dispositivi e la possibilità di aggiungere più operatori telefonici sullo stesso telefono. La eSIM, infatti, è completamente digitale, ha una "vita illimitata" e permette di utilizzare una linea mobile e trasferirla inquadrando con la telecamera dello smartphone il QR Code fornito in fase di attivazione.

UNO STRUMENTO PER FACILITARE L'ATTIVAZIONE

Tuttavia, nonostante la maggior parte dei dispositivi di fascia alta offra ormai questa tecnologia da diversi anni, il passaggio della sSIM tra device dotati di questa tecnologia non è mai stato proprio semplicissimo e richiede comunque alcuni passaggi non sempre intuitivi. Per cercare di rendere l'attivazione dell'eSIM un processo privo di configurazioni complesse, Google ha stretto un accordo con Thales per integrare la soluzione eSIM Discovery in Google Discovery Service del sistema operativo Android .

Questo il commento di Eva Rudin, EVP Mobile Connectivity Solutions di Thales:

"Thales è lieta di collaborare con Google per fornire un modo standardizzato, semplice e sicuro per attivare abbonamenti eSIM, rendendo la vita più facile agli utenti e ai produttori di dispositivi Android. Il servizio eSIM Discovery di Thales mira ad aiutare e semplificare l'adozione dell'eSIM da parte dei clienti su dispositivi e provider di connettività. Qualsiasi operatore mobile che attualmente utilizza la nostra piattaforma di gestione degli abbonamenti può già integrarsi a questa soluzione e iniziare a offrire un'esperienza di attivazione eSIM con un clic a tutti gli utenti con un dispositivo Android"

COME FUNZIONA

Al primo avvio di un dispositivo dotato di eSIM, la soluzione Thales eSIM Discovery identificherà automaticamente l'operatore desiderato dall'utente offrendo la possibilità di attivare il piano tariffario appropriato. L'utente riceverà quindi una notifica sul proprio dispositivo che lo informerà della disponibilità di un profilo. Con un semplice click verrà quindi avviato il download e verrà attivata la connettività cellulare.

In alternativa, l'utente può verificare la presenza di un nuovo profilo tramite la procedura guidata di configurazione del dispositivo mobile o il menu delle impostazioni. Inoltre, dato che questa soluzione è basata su cloud, Thales può garantire disponibilità e scalabilità globali per supportare tutti i dispositivi Android e operatori in tutto il mondo. In altre parole, sarà possibile l'attivazione di tutti i profili eSIM ovunque e in qualsiasi momento venga acceso un dispositivo.

Google, così come già fatto da Apple che negli USA vende i suoi iPhone senza il supporto per la SIM fisica, sta puntando molto sulle eSIM. Sui Pixel 8, ad esempio, ha già implementato uno strumento per la migrazione di eSIM e pare che abbia anche intenzione (come evidenziato nel codice di Android 14 QPR2 Beta 3) di realizzare uno strumento per la conversione delle tradizionali SIM fisiche nel nuovo formato.


Read Entire Article