Microsoft: walkie-talkie su Teams e altre funzioni disponibili per i lavoratori

1 week ago 17

Microsoft ha pubblicato una nuova edizione del Work Trend Index e annunciato l’arrivo di nuove funzionalità di Teams per i lavoratori in prima linea.

Nella giornata di oggi, Microsoft ha rilasciato un’ edizione speciale del Work Trend Index, “Technology Can Help Unlock a New Future for Frontline Workers”, dedicata ai lavoratori in prima linea, e ha annunciato nuove funzionalità di Microsoft Teams e Microsoft Viva pensate appositamente per questa categoria di lavoratori.
Inoltre, dal 1° febbraio, sarà disponibile su larga scala Microsoft Cloud for Retail, piattaforma in grado di accelerare la crescita del business fornendo soluzioni affidabili per il settore del retail che si integrano con i sistemi esistenti delle aziende del settore.
L’azienda conferma anche una crescita mensile del 400% di Microsoft Teams da parte di tutti coloro che lavorano ogni giorno in prima linea, circa l’80% della forza lavoro mondiale.

Microsoft ha rilasciato un’edizione speciale del Work Trend Index, “Technology Can Help Unlock a New Future for Frontline Workers” (La tecnologia può aiutare a creare un nuovo futuro per i lavoratori in prima linea) e ha annunciato nuove funzionalità all’interno di Microsoft Teams e Microsoft Viva, progettate per aiutare proprio questa categoria di lavoratori.

Sono infatti oltre  2 miliardi i lavoratori in prima linea in tutto il mondo:  l’80% della forza lavoro globale  impiegati dall’88% delle aziende. Sempre più spesso, le aziende investono in strumenti digitali per questa categoria di professionisti con l’obiettivo di modernizzare i flussi di lavoro, migliorare le prestazioni, la cultura e la comunicazione sul posto di lavoro. In questo scenario, da marzo 2020, Microsoft ha assistito a una crescita del 400% nell’uso mensile della sua piattaforma di collaborazione e comunicazione Teams tra i lavoratori di prima linea.

Il Work Trend Index rivela alcune evidenze chiave che hanno un impatto su quasi tutti i segmenti della forza lavoro:

  • la valorizzazione e la cura dei talenti è la nuova “valuta” dei lavoratori in prima linea: il 76% dei professionisti si sente legato agli altri, ma oltre il 60% sostiene che la propria azienda dovrebbe dare maggiore priorità alla cultura aziendale e alla comunicazione dall’alto. Inoltre, il 51% dei lavoratori in prima linea in posizioni non manageriali non si sente valorizzato come dipendente.
  • I lavoratori in prima linea sono a un punto di inflessione nelle loro scelte professionali: nel contesto del cosiddetto “Great Reshuffle”, questi professionisti citano tra i fattori che li porterebbero a considerare un cambio di lavoro, una migliore retribuzione, un maggiore equilibrio tra vita privata e professionale e la flessibilità.
  • L’ottimismo per la tecnologia è alto: il 63% dei lavoratori in prima linea è entusiasta delle opportunità di lavoro che il digitale sta creando e la tecnologia è al terzo posto nella lista dei fattori che i lavoratori pensano possano aiutare a ridurre lo stress sul posto di lavoro.
  • C’è un’opportunità di colmare il divario tecnologico e formativo: il 46% dei lavoratori in prima linea percepisce la pressione di adattarsi alle nuove tecnologie o teme di perdere il lavoro – ma il 55% dice di aver dovuto imparare a utilizzare nuove tecnologie senza una formazione formale o esercitazioni pratiche.

Per rispondere a queste esigenze e aiutare le organizzazioni che hanno professionisti di prima linea tra la propria forza lavoro, Microsoft introduce nuove offerte congiunte con i partner del settore, nonché funzionalità specificamente progettate per supportare questa categoria su Teams e Viva, la piattaforma di Microsoft per l’esperienza dei dipendenti introdotta all’inizio del 2021.

  • Microsoft sta rafforzando la relazione strategica con Zebra Technologies, leader mondiale nelle soluzioni digitali innovative, tra cui software e hardware come computer mobile Android per la forza lavoro in prima linea. Le due aziende stanno abilitando l’applicazione Teams Walkie Talkie su una vasta gamma di computer portatili Zebra, compreso un pulsante push-to-talk (PTT) per accedere alle funzionalità di Teams Walkie Talkie sui dispositivi Zebra. Inoltre, Teams Walkie Talkie PTT digitale è ora disponibile su tutti i dispositivi mobili iOS oltre che Android.
  • Microsoft sta migliorando l’integrazione di Teams con Zebra Reflexis™, che collega le soluzioni Reflexis Workforce Management con l’applicazione Shifts in Teams. Questa nuova integrazione semplifica la programmazione dei turni e le richieste di ferie in Teams, rendendole facili da approvare per i manager. 
  • Le code programmate per gli appuntamenti virtuali sono ora disponibili in Teams, offrendo la possibilità di visualizzare in un’unica sezione aggiornamenti in tempo reale sui tempi di attesa, eventuali appuntamenti mancati e ritardi del personale per creare un’esperienza trasparente e senza stress per clienti e pazienti.
  • L’app Viva Connections in Microsoft Teams collega i lavoratori in prima linea a informazioni relative alla cultura aziendale, alle notizie più rilevanti, a risorse e strumenti utili, includendo questi elementi nel flusso di lavoro. Le integrazioni con partner strategici come Workday ed Espressive rendono più facile l’accesso a risorse cruciali e raccolgono in un’unica interfaccia funzionalità come il libro paga e le risorse HR.
  • L’app Viva Learning consente ai dipendenti in prima linea di scoprire, condividere e monitorare i contenuti per la formazione direttamente da Microsoft Teams – rendendo più facile per l’intera forza lavoro di un’azienda rimanere aggiornata sui training richiesti o consigliati. Nuovi aggiornamenti rendono più facile assegnare percorsi di formazione direttamente da soluzioni partner come SAP SuccessFactors, Cornerstone OnDemand e Saba Cloud. E le partnership con fornitori di training come EdCast e OpenSesame abilitano una vasta libreria di contenuti per aiutare i lavoratori in prima linea ad aggiornarsi e formarsi con contenuti pertinenti nel flusso di lavoro.
  • Per l’IT, una migliore gestione dei dispositivi aiuta a garantirne la sicurezza.

“Non è un segreto che la pandemia abbia rimodellato il modo di lavorare per tutti, e a un ritmo più veloce di quanto abbiamo mai visto”, ha commentato Emma Williams, Corporate Vice President di Microsoft. “Responsabilizzare i lavoratori in prima linea rimane essenziale per la trasformazione digitale. Insieme ai nostri partner, stiamo dotando i lavoratori di strumenti che permettono loro di rimanere connessi con il loro team e il management aziendale e, al contempo, rimanere concentrati sul cliente che hanno di fronte o sul lavoro da svolgere. Se fatto bene, crediamo che la tecnologia possa modernizzare i flussi di lavoro e migliorare la produttività, la cultura aziendale e la comunicazione”.

Inoltre, dal 1° febbraio, sarà disponibile su larga scala Microsoft Cloud for Retail, piattaforma in grado di accelerare la crescita del business fornendo soluzioni affidabili per il settore del retail che si integrano con i sistemi esistenti delle aziende del settore. Partendo con l’unificazione di diverse fonti di dati lungo tutto il percorso di acquisto end-to-end, Microsoft Cloud for Retail consente alle aziende del retail di massimizzare il valore dei loro dati, offrendo una visione olistica del consumatore. Una volta collegati, i dati e l’IA consentono di capire meglio i comportamenti dei consumatori e migliorarne l’esperienza di acquisto. Grazie all’implementazione di Microsoft Cloud for Retail le aziende del settore potranno, inoltre, identificare e connettere le informazioni lungo tutta la supply chain estesa riuscendo così ad individuare eventuali problematiche e ottimizzare al tempo stesso le performance in ottica di sostenibilità. La soluzione include anche le funzionalità Teams e Viva annunciate oggi, che hanno come obiettivo quello di supportare ulteriormente i collaboratori degli store.

Microsoft presenta la nuova ricerca che analizza l’attività delle onde celebrali ed evidenzia l’impatto positivo delle pause tra una riunione e l’altra. Per rispondere a questa esigenza, l’azienda ha annunciato una nuova funzionalità per i meeting in Outlook che aiuta a prendersi alcune pause essenziali.

Secondo il Work Trend Index di Microsoft, che studia l’evoluzione dei trend del mondo del lavoro nel corso dell’ultimo anno, il tempo trascorso nei meeting è aumentato sensibilmente, arrivando quasi a triplicare il dato dell’anno precedente. Inoltre, le riunioni durano mediamente 10 minuti in più, passando da una media di 35 minuti a 45. La nuova ricerca di Microsoft sottolinea come le serie continue di meeting siano fonte di stress e impattino la produttività delle persone.

“Nel mondo odierno del lavoro a distanza e ibrido, non è sufficiente incoraggiare solo la cura di sé.
Dobbiamo innovare e sfruttare la tecnologia per aiutare i dipendenti a rendere operative le pause tanto necessarie nella loro routine quotidiana.”
Kathleen Hogan, Chief People Officer di Microsoft

Lo studio offre 3 insight principali su come le pause tra una riunione e l’altra possano ridurre lo stress e migliorare la capacità di rimanere concentrati e coinvolti durante tutta la giornata lavorativa:

  1. Le pause permettono al cervello di “resettarsi”, riducendo il rischio di un eccessivo accumulo di stress
  2. Le serie continue di meeting possono ridurre la capacità di concentrazione e il coinvolgimento delle persone
  3. Il passaggio da una riunione all’altra può rappresentare un’ulteriore fonte di stress

In considerazione dei risultati della ricerca, Microsoft ha quindi rilasciato un nuovo aggiornamento dedicato al benessere dei lavoratori. Le organizzazioni, infatti, possono ora impostare di default una regola di Outlook che prevede la programmazione automatica di brevi pause tra due meeting per tutti i dipendenti. La modifica può essere inoltre implementata dai singoli utenti seguendo queste istruzioni.

In entrambi i casi, la nuova funzionalità è personalizzabile ed è possibile bloccare slot di 5, 10 o 15 minuti alla fine di ogni meeting. È inoltre possibile programmare la durata delle pause in base alla durata del meeting stesso: le riunioni di 30 minuti, ad esempio, potranno iniziare sempre 5 minuti più tardi, mentre i meeting di un’ora inizieranno 10 minuti dopo.

Nell’evoluzione verso un modello di lavoro ibrido, Microsoft si impegna ad offrire soluzioni tecnologiche per promuovere il benessere delle persone in un mondo del lavoro sempre più digitale. Con questo piccolo aggiornamento, l’azienda intende promuovere un cambio culturale nella gestione dei meeting tra i milioni di persone che utilizzano ogni giorno Microsoft Outlook e Teams in tutto il mondo.

Che ne pensate? Il vostro lavoro è cambiato? Raccontateci la vostra esperienza nei commenti.

Read Entire Article