Framework 16 non è solo modulare: è anche il più riparabile dei portatili. Parola di iFixit

4 months ago 105

Siamo sempre stati grandi appassionati dei portatili modulari Framework (avete visto la nostra recensione del Framework Laptop 13?), ma con il laptop 16 l'azienda si è veramente superata. 

A certificarlo, il noto sito iFixit che non solo ha voluto testarne la modularità, ma ha provato a smontarlo per vedere fino a che livello si possa riparare. E indovinate, ne sono rimasti entusiasti. 

Fonte: iFixit

Il video inizia smontando i vari componenti modulari, che consentono di cambiare la tastiera, aggiungere il tastierino numerico e i moduli di collegamento, sei per parte. Ma per arrivare a batteria e scheda madre? Niente di più semplice, si scollega il cavo di interconnessione indicato da una pratica maniglia e si svitano 17 viti T5 imperdibili.

Queste sono in teoria da svitare e riavvitare secondo uno schema preciso, ma iFixit ha provato a farlo senza seguire le istruzioni e non ci sono stati problemi. 

La copertura si solleva senza problemi e sotto trovate un'architettura piatta e molto ordinata.

L'SSD è semplicissimo da cambiare, in quanto è tenuto in posizione solo da una vite (non imperdibile, quindi colorata in oro), e la RAM ancora più semplice. 

Fonte: iFixit

La batteria da 85 W è ovviamente rimovibile, e tenuta in posizione da tre viti e nessun adesivo. Quando riposizionate la batteria e si riconnette, si accenderanno due LED rossi a indicare che il sistema sta ricevendo energia 

Anche la scheda wireless è sostituibile, e tenuta in posizione da una vite. E la GPU (AMD Radeon RX 7700)? Semplicissimo. Si svitano due viti per disconnettere il connettore, altre due viti (tutte imperdibili), si gira il computer e si fa scorrere fuori dal computer. 

Fonte: iFixit

Il modulo è smontabile in ogni sua parte, anche il radiatore, ed è possibile in teoria cambiare la GPU semplicemente cambiando il chip

A questo punto iFixit passa alla scheda madre. Prima disconette i moduli di espansioni delle porte, poi gira il portatile e disconnette e rimuovere il pulsante per il riconoscimento biometrico e la struttura di supporto, poi gli altoparlanti.

Ora si può svitare la scheda madre, tenuta in posizione da viti non imperdibili (ma non colorate in oro), si disconnettono i connettori della webcam e la scheda madre è libera. 

È la volta del dissipatore di calore, che permette di mostrare il chip, coperto da metallo liquido, mentre lo schermo è tenuto in posizione da appena quattro viti, senza adesivo, quindi facilmente sostituibile. 

Framework 16 non è solo modulare e facilmente smontabile, ma quasi tutte le parti sono dotate di codice QR che rimanda a una guida sul sito del produttore che spiega come smontarle. Risultato? Questo incredibile computer si merita un bel 10 nella scala di riparabilità della piattaforma!

Fonte: iFixit

Vi lasciamo al video, che vi farà veramente venire voglia di comprare il portatile. L'unico limite? Al momento è in preordine e dovrete sborsare almeno 1919 euro per ordinarlo, ma la buona notizia è che assemblandovelo voi e senza OS potrete risparmiare quasi 400 euro.

Read Entire Article