Windows 11 24H2 non supporterà i processori più vecchi: ecco quali

2 weeks ago 46

Arrivano notizie importanti da parte di Microsoft. In particolare, alcuni PC con CPU piuttosto datate non saranno in grado di eseguire la prossimo versione di Windows 11, ovvero quella 24H2. Difatti, questa versione sarà la prima a non avviarsi più sulle CPU sprovviste dell'istruzione POPCNT. Dunque, in poche parole, i PC che hanno più di 15 anni non potranno più eseguire l'ultima versione del sistema operativo di Microsoft.

Come già accennato all'inizio, Windows 11 24H2 richiederà un'istruzione della CPU chiamata POPCNT (population count), che è diventata standard sulle CPU a metà degli anni 2000 con l'architettura di Barcelona di AMD, seguita dalle CPU della serie Core i di prima generazione di Intel. In tal senso, ci sono ad esempio ancora degli utenti che utilizzano PC equipaggiati con Intel Core 2 Duo, i quali riescono ad eseguire Windows 11, seppur con qualche difficoltà (visto che in teoria non sono compatibili con questo sistema operativo). A seguito di questo aggiornamento, invece, il sistema operativo semplicemente si avvierà più.

Questa novità, in ogni caso, non influisce sui PC più moderni che non sono supportati anche da Windows 11, come quelli alimentati da chip Intel 7th-Gen o AMD Ryzen serie 1000. Dunque, se siete riusciti ad installare Windows 11 su un PC leggermente più vecchio, dovreste comunque riuscire ad effettuare l'aggiornamento alla versione 24H2.

Read Entire Article