Cosa c'è "dentro" l'IA? Arriva il teardown di Rabbit R1

1 week ago 62

Sin dal suo primo annuncio Rabbit R1 ha generato un particolare interesse da tutta la comunità appassionata alla tecnologia, e sembrava davvero il prossimo successore dei dispositivi mobili. Ora andiamo a vedere cosa c'è al suo interno.

Dopo aver conosciuto le potenzialità e le limitazioni di Rabbit R1, che però potrebbero essere risolte con dei prossimi consistenti aggiornamenti software, andiamo a vedere come se l'è cavata questo singolare dispositivo dal buon Zack.

Il popolare canale YouTube JerryRigEverything ha infatti effettuato il teardown di Rabbit R1. Come potete vedere dal video in fondo a questo articolo, il teardown è partito sin dalla scatola di vendita.

Zack ha provato rapidamente le potenzialità di Rabbit R1, mettendo sostanzialmente alla prova la sua intelligenza artificiale tramite la richiesta di alcune ricerche online, abbastanza prevedibili e simpatiche. Nulla che non abbiamo già visto attraverso le varie prove emerse online di questo dispositivo.

La parte che ci interessa maggiormente inizia con lo smontaggio del dispositivo.

La rimozione della cover posteriore è molto semplice, e richiede giusto una leggera forzatura. Una volta rimossa la cover posteriore il dispositivo si spegnerà visto che verranno disconnessi i connettori per l'alimentazione.

Come potete vedere anche voi dalla seconda parte dei video, Rabbit R1 presenta un notevole spazio al suo interno, con i componenti che lo riempiono sostanzialmente per metà. Vediamo come è semplice disconnettere la batteria da 1.000 mAh, così come è semplice rimuovere gli speaker audio e la rotellina per lo scrolling.

Zack ci mostra come sia semplice anche rimuovere la scheda madre, che presenta un logo Rabbit stampato sopra. In conclusione, questo teardown prova quanto sia semplice questo dispositivo, e per certi versi si nota come si tratti di un dispositivo prodotto da un'azienda che è ancora ai primi debutti.

Staremo a vedere se, con gli eventuali nuovi modelli, Rabbit perfezionerà il modello costruttivo e deciderà per una maggiore ottimizzazione degli spazi a disposizione.

Qui sotto trovate il video completo.

Read Entire Article