Le app di Facebook e Instagram vi chiedono 13€ al mese: i vostri dati valgono quasi 160€ l'anno

6 months ago 62

12,99€ al mese o, alternativamente, 9,99€ se pagate da desktop: ecco quanto valgono i vostri dati secondo Meta. Nulla di nuovo, sia chiaro: è già da qualche giorno che la società di Facebook e Instagram ha annunciato l'arrivo delle versioni a pagamento dei suoi social, anche se è in queste ultime ore che si è smosso qualcosa a riguardo.

In soldoni, pagando l'abbonamento richiesto si può fare a meno degli annunci pubblicitari ed evitare di fornire i propri dati personali per la profilazione. E sia inteso, tutto questo, ovvero pubblicità mirata e dati personali utilizzati per profilarci, sono da sempre la norma sui social di Meta, solo che ora, anche grazie alle normative europee sulla tutela dei dati personali, Facebook e Instagram sono dovuti uscire alla luce del sole scegliendo di mettere la privacy dietro un paywall.

Di fatto nessuno vi obbliga a usare Facebook e Instagram gratuitamente, ma se lo fate è bene che sappiate a cosa andate incontro.

Comunque, come accennato, non si tratta di una novità: l'annuncio del piano in abbonamento è arrivato tramite comunicato stampa dedicato il 30 ottobre scorso, e proprio in queste ore gli utenti sono accolti dai due social con le schermate che presentano la novità.

Ecco la sequenza di schermate che ha accolto tanti utenti Instagram italiani in queste ultime ore:

La schermata finale, nel caso decidiate di non pagare l'abbonamento, parla chiaro: usando Facebook e Instagram gratuitamente si autorizza Meta a continuare a usare i cookie per personalizzare inserzioni e misurarne le prestazioni, in modo appunto da fornire annunci pubblicitari cuciti sulle nostre "esigenze". Anche da desktop l'annuncio è molto simile, cambia solo il prezzo:

La differenza di prezzo è da ricercasi semplicemente nella tariffa che Meta deve a Google (per Android) e ad Apple (iOS, iPadOS) per i pagamenti dall'app. Insomma, i nostri dati valgono 156€ l'anno o, nella migliore delle ipotesi, 119,99€.

Sì, è così da sempre, ma in qualche modo Meta sta dando un valore a questi dati, e si tratta di cifre che moltiplicate per tutti gli utenti che bazzicano i suoi social (quasi 4 miliardi di utenti attivi al mese) fanno accapponare la pelle.

Chissà se pagando l'abbonamento si riesce a usare nuovamente il tasto Indietro su Facebook! A parte gli scherzi, di fatto non cambia nulla, se non appunto il fatto che gli utenti non consci del valore dei loro dati adesso dovranno fare i conti con questo avviso che mette tutto nero su bianco. C'è fra voi chi opterà per pagare queste cifre, o continuerà a usare o a non usare i social di Meta come sempre?

Read Entire Article